Questo sito non usa cookie di profilazione,  gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici  necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo queste pagine, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 Stampa 

 

Riportiamo le più comuni condizioni per cui il donatore può essere riammesso a donare purchè siano soddisfatti i criteri di sospensione definiti dalla norma vigente.

 

Toxoplasmosi, Mononucleosi infettiva 6 mesi dalla completa guarigione
Febbre > 38° C 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Affezioni di tipo influenzale 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Malattie tropicali

6 mesi dal rientro da viaggio in aree tropicali;

valutare lo stato di salute con particolare attenzione a episodi febbrili

Esame endoscopico con strumenti flessibili 4 mesi
Agopuntura 4 mesi
Tatuaggi, body piercing e foratura orecchie

4 mesi

Comportamenti sessuali a rischio

4 mesi

Intervento chirurgico maggiore 4 mesi
Intervento chirurgico minore 1 settimana dalla completa guarigione clinica
cure odontoiatriche

48 ore per cure di minore entità da parte di odontoiatra o odontoigenista

1 settimana dalla completa guarigione per estrazione dentaria non complicata , la devitalizzazione ed altri interventi (es. implantologia ) assimilabii a interventi minori

4 mesi nel caso di innesto di tessuto osseo autologo o omologo