Riportiamo le più comuni condizioni per cui il donatore può essere riammesso a donare purchè siano soddisfatti i criteri di sospensione definiti dalla norma vigente.

 

Toxoplasmosi, Mononucleosi infettiva 6 mesi dalla completa guarigione
Febbre > 38° C 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Affezioni di tipo influenzale 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Malattie tropicali

6 mesi dal rientro da viaggio in aree tropicali;

valutare lo stato di salute con particolare attenzione a episodi febbrili

Esame endoscopico con strumenti flessibili 4 mesi
Agopuntura 4 mesi
Tatuaggi, body piercing e foratura orecchie

4 mesi

Comportamenti sessuali a rischio

4 mesi

Intervento chirurgico maggiore 4 mesi
Intervento chirurgico minore 1 settimana dalla completa guarigione clinica
cure odontoiatriche

48 ore per cure di minore entità da parte di odontoiatra o odontoigenista

1 settimana dalla completa guarigione per estrazione dentaria non complicata , la devitalizzazione ed altri interventi (es. implantologia ) assimilabii a interventi minori

4 mesi nel caso di innesto di tessuto osseo autologo o omologo