Devono attendere 48 ore prima di donare gli asintomatici vaccinati con virus inattivati oppure con soluzioni che non contengono agenti vivi o vaccini ricombinanti (ad esempio quelli a base di mRNA o sub-unità proteiche). Rientrano in queste categorie tutti i vaccini attualmente disponibili nel nostro Paese: quelli sviluppati da Pfizer-BioNTech, Moderna e Astrazeneca. 

In via precauzionale, “chi ha sviluppato sintomi dopo la somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2 può essere accettato alla donazione dopo almeno 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

 

 

L’emergenza sanitaria causata dalla pandemia COVID-19 ha reso indispensabile rafforzare la capacità di reazione in tempi brevi del sistema sanitario.

In questo contesto, la vaccinazione antinfluenzale è un alleato importante e risulta fondamentale per le persone ad alto rischio, sia per la tutela della loro salute,

sia per distinguere la diagnosi dei casi sospetti di malattia COVID-19 dalla diagnosi dei casi di influenza stagionale, i cui sintomi sono tra loro molto simili.

 Vi invitiamo a leggere le informazioni utili per la prenotazione del vaccino antinfluenzale gratuito per i donatori  . Il donatore deve fare riferimento alla ASST del proprio comune di residenza .

 

Ricordiamo che dopo il vaccino bisogna attendere 15 giorni prima di effettuare la donazione  se non  si ha nessuna reazione allergica.

 

ASST di Vimercate

  • Da metà di novembre il vaccino sarà somministrato anche ai DONATORI DI SANGUE
  • per usufruire della vaccinazione è assolutamente necessario prenotarsi telefonicamente al numero del Contact Center Regionale (numero verde 800 638 638) oppure accedere al sito internet prenotasalute.regione.lombardia.it
  • senza prenotazione non si potrà accedere ai centri vaccinali
  • ci si deve presentare 5 minuti prima dell’orario stabilito per evitare assembramenti
  • presentarsi con la tessera AVIS

Informativa completa visionabile  cliccando qui

 

ASST di Lecco   

  • Da metà di novembre il vaccino sarà somministrato anche ai DONATORI DI SANGUE
  • per usufruire della vaccinazione è assolutamente necessario prenotarsi telefonicamente al numero 0341-253900 nei seguenti orari: 9-12 e 13.30-16
  • senza prenotazione non si potrà accedere ai centri vaccinali
  • ci si deve presentare 5 minuti prima dell’orario stabilito per evitare assembramenti
  • presentarsi con la tessera AVIS

Informativa completa scaricabile cliccando qui.

 

Quest’anno per la prima volta l'Italia era stata scelta come sede delle manifestazioni internazionali ufficiali programmate per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.

Purtroppo il 2020 si è rivelato un anno tutt'altro che “normale” e molti degli eventi programmati, come la nostra camminata “AVIS Cammina” organizzata ormai ogni dalla Avis Sezione di Besana B.za sui territori delle sottosezione associate, sono stati rimandati.

Questo 2020 ci ha insegnato molto, però; quel Fil Rouge scelto come simbolo di questa Giornata non è stato spezzato dalle difficoltà e dal distanziamento sociale di questi ultimi mesi, ma si è rafforzato, in una coesione e sinergia di persone, organizzazioni no profit come la nostra e le istituzioni ancora più forte.

Ne abbiamo avuto una dimostrazione anche noi; nonostante una chiusura forzata dalla situazione in cui ci siamo ritrovati, appena possibile siamo ripartiti. Grazie ai nostri donatori, che sia prima che dopo hanno dimostrato un grande senso di solidarietà e sono accorsi numerosi nelle giornate di donazione, ma anche grazie ai volontari, che hanno reso possibile la ripresa in sicurezza dell’Unità di Raccolta di Besana.

Non possiamo fare altro che darci appuntamento al prossimo anno per la nuova edizione di AVIS Cammina e alla prossima donazione!

 

 

 

Grazie, Norman!

Il dottor, cardiologo della Sezione AVIS di Besana in Brianza ci ha lasciato.

Piangiamo un grande amico, un collaboratore prezioso e appassionato che ha messo a disposizione del nostro sodalizio la sua professionalità e la sua competenza, con gratuità e generosità.

Da oltre 20 anni un punto di riferimento fondamentale nella tutela della salute dei nostri donatori, uno dei valori più importanti che caratterizza la nostra attività.

Il dottor Jones si era avvicinato alla nostra sezione nel lontano maggio del 1999, grazie all'allora Presidente Stefano Bonfanti, da allora non aveva mai fatto mancare il suo supporto dedicando parte del suo tempo libero alla valutazione delle condizioni di salute dei donatori sottoposti ad esami e visite periodiche.

Sempre disponibile, attento e scrupoloso, brillante ed estroverso, apprezzato per le sue doti umane e le sua capacità di comunicazione, ha saputo garantire a molti dei nostri donatori la sicurezza indispensabile per poter rispondere con fiducia alla chiamata alla donazione di sangue.

Noi perdiamo un insostituibile paladino dei nostri valori sociali, il cui esempio e il suo insegnamento rimarranno a lungo dote intangibile e fruttuosa per la nostra Sezione.

Ai suoi familiari vengono a mancare un marito, un padre e un nonno, ci sentiamo accomunati a loro nel dolore e a loro rivolgiamo le nostre più sincere condoglianze, certi di interpretare i sentimenti del Consiglio di Amministrazione della Sezione, di tutti coloro che hanno avuto modo di collaborare con lui, nonché di tutti i donatori che lo hanno incontrato e apprezzato nei molti anni della nostra collaborazione.

Venanzio Magni

Presidente della Sezione AVIS di Besana in Brianza.

In ottemperanza al  Dpcm 8 marzo 2020  Coronavirus sospendiamo l'esecuzione delle visite per aspiranti donatori

e per i controlli annuali nonchè degli elettrocardiogrammi.

 

L'attività di raccolta è confermata al fine di non mettere in crisi il sistema sanitario.

 

Non verranno ammessi all a donazione soggetti che presentano sintomi influenzali  .

 

Il ruolo delle Avis deve essere ancor più di servizio, soprattutto in momenti come questo di emergenza,

sempre nelle logiche di professionalità e sicurezza che sono alla base del nostro agire.

 

La donazione di sangue è regolamentata da criteri stabiliti per legge, con un unico obiettivo: la "sicurezza".

Ciò è possibile solo rispettando gli intervalli minimi tra una donazione e l'altra,

fatte sempre e solo da donatori periodici regolarmente iscritti, non occasionali.